Mediazione Sanitaria

 

FINALITÀ del CORSO SPECIALISTICO A.I.M.S.

 

Ci si rivolge in primo luogo ai familiari dei piccoli pazienti con l’obiettivo primario di far superare loro eventuali resistenze emotive alla gestione e alla cura della malattia dei figli.

A tal fine si cerca di fornire loro gli strumenti cognitivi per aiutarli ad annullare, o almeno attenuare, le conseguenze negative che la malattia del figlio ha prodotto sulla qualità della vita di tutta la famiglia.

A tale scopo si supportano i familiari nell’acquisizione degli strumenti e delle strategie volte a sviluppare responsabilità e autonomia individuali per affrontare positivamente le scelte, le crisi, gli eventi della vita legati alla malattia, aiutando gli stessi ad affrontare la “crisi” con l’acquisizione di una maggiore auto percezione e autodeterminazione.

Premesse necessarie per la convivenza nella struttura Ospedaliera e per l’accoglienza della sofferenzasono, infatti, la capacità di riconoscere e gestire le emozioni e gli stati emotivi disfunzionali, i conflitti e le frustrazioni, attraverso lo sviluppo di abilità pro-sociali quali la comunicazione e la tolleranza.

Si sottolinea il carattere multi-professionale e interdisciplinare e la necessità che tale servizio sia erogato da personale formato, in grado di “educare” i familiari e di coordinare interventi all’interno delle differenti fasi della cura. L’intervento riguarda tutte le modalità attraverso le quali si possa rendere il familiare in grado di essere il più possibile autonomo nella gestione della patologia.

Per il raggiungimento degli obiettivi previsti, ci si avvale quindi di professionalità diverse, ma tra loro complementari, che a loro volta interagiscono con medici, psicologi, infermieri e volontari delle varie Associazioni.

L’area di intervento prevede, dunque, l’inserimento dei prrofessionisti nel contesto ospedaliero, con attività finalizzate all’accoglienza, all’accompagnamento e alla facilitazione dell’utilizzo dei servizi presenti in esso, per poter così assicurare un approccio complessivo ai bisogni del paziente e della famiglia.

Contenuti

L’applicazione dei principi e delle tecniche della Mediazione sistemica nel contesto sanitario può sicuramente potare grande beneficio ai pazienti, ai familiari, ai curanti e ai rapporti che si stabiliscono tra di loro. 

Oggi la relazione tra medico e famigliari del paziente diventa sempre più paritaria e rimanda alla necessità di utilizzare le competenze teorico-tecniche della mediazione a supporto della cooperazione che si instaura tra i due.

L’intervento può dunque avere un intento sia preventivo, per informare ed educare il familiare, sia supportivo e di sostegno psicosociale, per sostenere il paziente e i familiari nelle varie fasi del processo di diagnosi e di cura della patologia.

Modalità d’intervento 

La principale strategia metodologica dell’intervento si avvale degli strumenti classici della Mediazione sistemico-relazionale e del Counseling.

In sintesi:

  • Colloqui individuali / familiari / di gruppo.
  • Attività di circle-time.
  • Il colloquio motivazionale breve.
  • La gestione delle emozioni nella relazione d’aiuto.
  • Ascolto attivo, risonanza ed empatia.
  • La gestione del conflitto.
  • La comunicazione verbale, non verbale e para-verbale.
  • La Programmazione Neuro Linguistica e il suo uso nel colloquio motivazionale.
  • Negoziazione e Brainstorming.
  • Fantasie guidate.
  • Problemsolving.
  • Analisi dei vissuti.
  • Attenzione alla comunicazione curante-curato, la formazione e la pedagogia del paziente, come la psicologia del malato.
  • Attività sul territorio: incontri con associazioni e operatori attivi all’interno della Struttura, nell’ambito della prevenzione/intervento per il benessere.
  • Attività di costruzione di percorsi operativi ove richiesto (ipotesi d’intervento nel loro ambito familiare, scolastico, di quartiere).

 

STRUTTURA DEL CORSO

Il percorso, si propone di affrontare ed approfondire le tematiche riguardanti i conflitti nei sistemi ospedalieri, nell’area sociale, familiare, giuridica, relazionale.

I moduli sono fruibili in modalità da remoto ed in modalità sincrona oppure in presenza.

Il corso è così strutturato:

AREE TEMATICHE

MODULI DI APPROFONDIMENTO

STUDIO INDIVIDUALE

SEMINARI

PROJECT WORK

SUPERVISIONE

ESAME SCRITTO E ORALE

 

Le aree tematiche sono costituite dalle parti teoriche fondamentali, volte a mettere a fuoco gli elementi che costituiscono l’epistemologia del conflitto nei contesti sanitari, utili per l’applicazione pratica.

L’area specifica della mediazione occupa un ruolo centrale in tutto il percorso formativo e la principale strategia metodologica dell’intervento si avvale degli strumenti classici della Mediazione sistemico-relazionale.

 

AREA GIURIDICA: è progettato per fornire agli studenti una comprensione approfondita delle leggi, delle normative e degli aspetti legali che influenzano il settore sanitario. Gli studenti acquisiscono conoscenze su temi come la responsabilità legale, la privacy dei pazienti, il consenso informato e altre questioni giuridiche pertinenti. Attraverso casi studio e simulazioni, gli studenti imparano a navigare nel complesso panorama legale della sanità, sviluppando competenze pratiche per gestire situazioni delicate e controversie legali. Questo modulo mira a formare mediatori sanitari capaci di comprendere e applicare correttamente le normative giuridiche, contribuendo così a garantire un ambiente sanitario sicuro, etico e conforme alla legge.

 

AREA RELAZIONALE: mira a sviluppare competenze cruciali nell’interazione con i pazienti, i loro familiari e il personale sanitario. Attraverso approcci comunicativi efficaci, si lavora sulla capacità di creare e mantenere relazioni empatiche, gestire situazioni di conflitto e favorire un clima di fiducia e collaborazione per meglio comprendere le dinamiche relazionali all’interno del contesto sanitario. Ci si propone di formare quindi mediatori capaci di promuovere una comunicazione efficace e di svolgere un ruolo cruciale nel migliorare l’esperienza complessiva di cura per i pazienti.

 

AREA INTERPROFESSIONALE: quest’area formativa è essenziale per preparare i mediatori a svolgere un ruolo efficace nel facilitare la comunicazione e la cooperazione tra tutti gli attori coinvolti nel contesto sanitario.

Mira a fornire una comprensione approfondita delle dinamiche delle reti professionali, inclusi i processi decisionali, le gerarchie organizzative e le relazioni interprofessionali.

Include l’insieme di conoscenze e competenze volte a sviluppare la capacità del mediatoredi interagire efficacemente con una vasta gamma di professionisti all’interno del settore sanitario per imparare a collaborare con team multidisciplinari, a negoziare accordi tra diverse parti interessate e a gestire conflitti o disaccordi all’interno dell’ambiente lavorativo.

 

I MODULI DI APPROFONDIMENTO sono relativi alle diverse tipologie di ospedali che si specializzano in specifiche aree di cura e trattamento: pediatrici, oncologici, riabilitativi, psichiatrici, geriatrici, cardiologici, ortopedici.

 

I 7 moduli sono di 3 ore ciascuno.

Ogni corsista potrà scegliere n. 4 moduli completi per un totale complessivo di 12 ore.

 

– Sono previste 20 ore di intervento sul campo (project work) e 10 ore di supervisione sul progetto seguito.

– Sono previsti n. 2 seminari obbligatori per un totale di 16 ore.

 

– Alla fine del percorso formativo viene rilasciato un attestato della specialistica dopo aver sostenuto un esame scritto e orale della durata complessiva di 4 ore.

– Per coloro che non hanno effettuato il percorso biennale di mediazione familiare A.I.M.S al termine del percorso, dopo aver sostenuto un esame scritto e orale della durata complessiva di 4 ore verrà rilasciato un attestato di frequenza e acquisizione di competenze recante il numero delle ore svolte ed i temi trattati.

– Le ore di supervisione, concordate con i responsabili del corso, saranno effettuate in piccolo gruppo o individualmente.

– È possibile prevedere crediti formativi per precedenti corsi attinenti alle tematiche trattate per un massimo di 10 ore che andranno ad incidere sulla parte riguardante i seminari.

 

 

PROGRAMMA DEL CORSO DI SPECIALISTICA IN MEDIAZIONE SANITARIA

Questo programma fornisce una panoramica delle tematiche chiave affrontate nel corso di

mediazione sanitaria, offrendo una combinazione di conoscenze teoriche, abilità pratiche e

applicazioni reali nel contesto sanitario.

 

Programma aree tematiche:

Fondamenti della Mediazione Sanitaria sistemica e introduzione alla mediazione

sanitaria

Principi etici e legali della mediazione sanitaria

Ruolo e responsabilità del mediatore sanitario

Comunicazione Efficace

Abilità di comunicazione nell’ambito sanitario

Ascolto attivo e empatia

Metodo professionale, strumenti e tecniche di colloquio

Gestione dei conflitti

Costruzione e gestione delle relazioni interpersonali e di gruppo

Lavoro di squadra e collaborazione interprofessionale

Promozione di un ambiente di lavoro positivo e inclusivo

Concetto di consenso informato e autonomia del paziente

Processo decisionale condiviso tra paziente e operatori sanitari

Risoluzione delle dispute legate alle decisioni di cura

Preparazione e risposta alle emergenze sanitarie

Gestione delle crisi emotive e dei conflitti in situazioni di emergenza

Supporto ai pazienti e alle loro famiglie durante i momenti critici

Diversità Culturale e Sensibilità Interculturale, approccio alla diversità culturale nel

contesto sanitario

Comunicazione efficace con pazienti provenienti da diverse culture

Gestione del Dolore e del Lutto

Approccio al dolore e alla sofferenza nel contesto sanitario, supporto ai pazienti e

alle famiglie nel processo di lutto

Tecniche di gestione del dolore e del disagio emotivo

Auto-Cura e Benessere del Mediatore: importanza dell’auto-cura e del benessere

emotivo per i mediatori sanitari

Strumenti e strategie per prevenire il burnout e lo stress lavorativo

Pratiche di auto-riflessione del mediatore

 

Programma gruppi di approfondimento

Studi di casi e simulazioni pratiche

Ruolo del mediatore sanitario in vari tipologie di ospedali e di contesti sanitari

(ospedali, centri di assistenza primaria, comunità, ecc.)

Progettazione e implementazione di programmi di mediazione sanitaria

 

Esame e Certificazione

Esame finale e valutazione delle competenze acquisite

Attestato di competenza in mediazione sanitaria

 

Richiedi Informazioni:

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome e Cognome
Se la tua scelta è "attività" specifica la richiesta nel messaggio sottostante.